Robot anni Ottanta, giochi vintage da collezione

di Marina Commenta

Negli anni Ottanta andavano fortissimo le serie di cartoni giapponesi con protagonisti eroi buoni e robot che difendevano la Terra da forze del male e cattivi alieni. Ora c’è Ben Ten, ma diamo un’occhiata al passato e alle collezioni vintage di robot.

Chi non ricorda Gundam? Oppure Mazinga? O ancora Goldrake o gli Ufo Robot o Jeeg Robot d’Acciaio? Nonostante fossi una bambina mi piacevano molto, forse sulla scia delle rpeferenze di mio fratello, rimanevo a guardarli combattere.

Mi piaceva l’idea dei buoni contro i cattivi, dei buoni che vincono sempre. è l’eterna lotta del bene contro il male, è un universo così il nostro!

E che dire di quelle bellissime colonne sonore che si imparavano a memoria? Le ricordo ancora adesso e nonostante sia un po’ stonata le canto ai miei figli. I robot di mio fratello sono andati in eredità ai miei figli, visto che lui non ne ha avuti e le battaglie tra eroi sono continuate.

Devo però spezzare una lancia per i produttori di giocattoli del passato: li costruivano in modo molto migliore che adesso. Erano solidi, di plastica o metallo, duravano non dico in eterno, ma molto molto più a lungo. I colori, i particolari, erano davvero curati.

Ci sono persone, anche adulte, che hanno intere collezioni di vecchi robot, spesso ancora inscatolate. Ci tengono molto. I miei figli, dopo mio fratello, ci hanno giocato divertendosi e alcuni pezzi sono andati persi, ma non è a questo scopo che sono fatti i giochi per i bambini?

Se volete acquistare dei vecchi robot, sia per collezione, che per far giocare i vostri figli potete andare nel sito cartonionline. Ci troverete i robot più noti e conosciuti degli anni Ottanta, un vero tuffo nel passato, un ritorno a quando eravamo piccoli.

Nella pagina trovate tantissime inserzioni di venditori di robot. Fateci un giro, anche solo per divertimento!

photo credits | 80vogliadirobot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>