Pokémon: avventura tra i tasti

di Marina Commenta

tastiera per nintendo ds

I Pokemon sono un mito intramontabile per i bambini e ora viene lanciato un gioco gioco, educativo, per insegnare anche ai più piccoli. Il gioco è un momento importante attraverso il quale si possono imparare tante cose.

Questa l’idea di Pokémon: avventura tra i tasti, dove i personaggi animati aiutano e spingono i bambini più piccoli a imparare l’uso della tastiera giocando. Al giorno d’oggi i computer, le tastiere e tutta la tecnologia è parte integrante della vita.

Non se ne può fare a meno anche perchè molti lavori si basano proprio sull’utilizzo di questi sistemi. é anche vero che, probabilmente con il passare del tempo, e lo sviluppo di sempre nuove tecnologie potrebbe essere che tutto funzioni a comando vocale, come con iphone, ma nel frattempo imparare ad utilizzare una tastiera può essere positivo.

Nelle scuole ormai da anni

insegnano Informatica ai più piccoli, ovviamente con il giusto approccio. Ecco quindi che l’idea dei Pokemon arriva proprio nel momento giusto. La tastiera è simpatica e piccola, può essere  connessa alla console Nintendo DS e 3DS.

Giocando potranno sviluppare le loro capacità di utilizzo della tastiera. I giocatori vengono definiti Membri del Circolo Dattilografi e il gioco consiste nello scrivere esattamente il nome di ciascun Pokemon per poterlo catturare. Se il nome viene digitato correttamente avviene la cattura.

Si possono catturare, studiare, collezionare, ci sono sessanta livelli e la possibilità di guadagnare quasi duecento medaglie, il tutto nell’ottica didattica di imparare giocando qualcosa per il futuro. La tastiera, fornita anche wireless è impostata secondo le lettere dell’alfabeto italiano.

Per facilitare uso e comprensione. Come in tutti i giochi i livelli portano sempre ad una maggiore difficoltà e quindi aumentano poco alla volta le capacità del giocatore. La tastiera è molto pubblicizzata in televisione, sui canali dedicati ai bambini.

Può essere un perfetto regalo natalizio, non vi pare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>