Giochi di cucina online

di Marina Commenta

Il computer è uno strumento moderno che sia fisso o portatile, che viene utilizzato non soltanto per lavoro, ma anche per divertimento. Gli adolescenti in rete fanno i giochi più disparati.

Si passa dai giochi di guerra per i ragazzi a quelli moda passando per quelli di cucina, di cui vi parlo oggi.

Grazie a questi giochi online si possono preparare deliziosi pranzetti con i cupcakes come dolce. Un giocatore può diventare un provetto pizzaiolo oppure diventare il numero uno del fast food.

Chi ama i dolci e le torte può fare il pasticcere. Ci si diverte anche come barman, all’interno di una gelateria. Insalatone, frittelle, dolci, deliziosi primi e stuzzicanti secondi.

Un provetto cuoco si cimenta in qualsiasi prova e chissà che riesca bene poi magari, dopo aver fatto tanta pratica online potreppe utilizzare una vera cucina, con veri ingredienti e trasformare la passione virtuale in un hobby e vero e proprio lavoro.

Personalmente credo che alla fin fine questi giochi riescano a dare un pochino di realtà a chi vi gioca. Mi spiego meglio. Spesso si sentono bambini, ma anche ragazzi, dire cosa piacerebbe loro fare, ma poi si scopre che in realtà non hanno un’idea ben chiara di cosa quella particolare professionalità dovrebbe “produrre”.

Il risultato? Si studia una cosa per poi scoprire che si voleva far altro. Questi giochi, a parer mio, insegnano e avvicinano alle varie professioni cosicchè i giocatori imparino, anche se in modo virtuale, cosa si fa esattamente.

Meglio giochi simili che altri senza un senso, dove si ammazza o si spara soltanto per il gusto di farlo. Non c’è scopo in questo. Molti giochi di cucina si possono fare online altrimenti ne trovate anche per playstation e psp, come ad esempio nella serie Giulia, di cui vi parlerò presto. Volete un suggerimento? trovate giochi divertenti nel sito giochiandgiochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>