Giochi con l’acqua a costo zero

di Marina Commenta

Spesso si vorrebbe far divertire i bambini con poco, ma non si sa da dove iniziare. Noi genitori a volte pensiamo che per divertirsi i nostri figli abbiano bisogno di tanti giocattoli il che non sempre è vero.

Ci sono poi famiglie in cui acquistare giochi è una spesa che non può essere affrontata, come fare allora?

Creatività e fantasia possono venirci incontro. Oggi vi propongo alcuni giochi da fare all’aperto, in un giardino o sul terrazzo di casa. Sono necessari un catino con dell’acqua, un piatto di plastica e alcune monete per il primo. Al posto di queste ultime si possono anche utilizzare dei bottoni o tappi di plastica delle bottiglie.

Riempite il catino a metà mettete sull’acqua il piatto. I bambini, alla distanza di un un metro o due, dipende da quanto sono grandicelli, devono tirare a turno. Vince chi riesce a far cadere sul piatto il maggior numero di bottoni o tappi.

Se avete spazio o un bel giardino non mettete il pattino e usate delle palline di gomma o spugna. Fate stare i bambini a circa mezzo metro dal catino. tireranno la palla a turno più forte che possono.

Questo farà si che l’acqua schizzi da tutte le parti bagnandoli. Giocare con l’acqua è uno dei passatempi prefriti di grandi e piccini e finiranno per ridere a crepapelle oltre che ad essere bagnati fradici. D’estate però non è un problema.

Apprezzeranno moltissimo la novità e vi chiederanno di giocare ancora. Invitate i loro amichetti e riempite catini o anche grandi pentole. Questo è un gioco che potete organizzare anche per i compleanni estivi, naturalmente sempre all’aperto!

Un altro goco consiste nel gonfiare dei piccoli palloncini utilizzando l’acqua per poi mettere i bambini a coppie. fate tenere alla coppia il palloncino tra le loro fronti e create un percorso. Dovranno arrivare alla fine senza farlo cadere!

photo credits | telegraph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>