Mattel: i nuovi giocattoli Kung Fu Panda 2

di Giada Commenta

E’ uscito ieri il secondo episodio del film di animazione Kung Fu Panda 2, il seguito che vedrà nuovamente come protagonista il panda divertente e un po’ goffo che, dopo durissimi allenamenti e tante risate, è finalmente riuscito a realizzare il suo sogno, quello di diventare un forte e invincibile Guerriero Dragone, un combattente pronto a proteggere la Valle della Pace con l’aiuto delle Furie: Tigre, Gru, Mantide, Vipera e Scimmia.

Per celebrare la distribuzione del secondo episodio, Mattel ha mostrato a tutti i bambini amanti del simpatico panda, la nuova collezione di giocattoli Kung Fu Panda 2, una linea ispirata al film di animazione che farà rivivere a tutti gli appassionati le avventure dei protagonisti della serie. Nella linea di giocattoli farà il suo ingresso un nuovo nemico, Lord Shen, che tenterà di annientare la Cina, le tradizioni popolari e anche l’arte del Kung Fu. Per fermare il cattivo Lord Shen, Po e la sua truppa dovranno mettersi in viaggio e scovare il nemico per iniziare contro di lui un terribile duello.

A Po e a tutti gli altri Mattel ha dedicato peluche e giochi in plastica tra cui il peluche parlante di 40 centimetri di Po che, ad ogni colpo, risponde con una frase kung fu e il risciò di Po, un veicolo sonoro da lanciare a tutta birra verso il nemico. Tutti i protagonisti sono poi stati ritratti dalla Mattel ed esposti nella fiera dei giocattoli annuale, la Toy Fair 2011, che ha mostrato per la prima volta i volti dei nuovi personaggi e di quelli già conosciuti da tutti i fans del film di animazione.

Per tutti i possessori di un account Facebook o Twitter, DreamWorks propone la sfilata on line: un evento al quale si potrà partecipare con tutti i protagonisti del film partecipando, tramite Facebook, alla sfilata dell’anno del Pandamonio! Curiosi? Cliccate qui per partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>