Bald Barbie: le mamme chiedono la Barbie calva

di Giada Commenta

 Negli scaffali dei negozi di gioccatoli americani abbiamo visto di tutto: dalle Barbie tatuate a quelle incinta; tutto tranne una Barbie calva (battezzata, in lingua inglese, la Bald Barbie). La bambola, la vedete nell’immagine di apertura al nostro post, sarebbe stata consigliata da un folto gruppo di mamme che avrebbe addirittura creato una fan page su Facebook per chiedere alla società Mattel di provvedere presto alla sua produzione.

L’idea pare sia frutto di una bambina afflitta da un grave tumore alla quale, vista la gravità della patologia, erano stati prescritti diversi cicli di chemioterapia; un evento traumatico che è stato vissuto dalla bambina con una forza e una tenacia tale da stupire molti adulti.

La piccola Sarah di 12 anni, ormai privata dei suoi lunghi e folti capelli a causa della cura invasiva, ha così chiesto alla mamma di aiutare le sue coetanee a superare questa terribile prova; da qui l’idea di ideare una pagina su Facebook dedicata al Bald Barbie Movement (il movimento per la Barbie calva), un credo al quale si sono già unite molte famiglie, alcune delle quali vittime della malattia della propria figlia minore.

Il movimento ha raccolto molte adesioni e anche qualche protesta. Non si infatti fatto attendere un sito web contro la proposta dove molte mamme hanno espresso il loro disaccordo con la richiesta fatta dalla piccola Sarah con la seguente giustificazione:

Creare una bambola calva e venderla nei negozi di giocattoli sarebbe una pessima idea. Molte bambine potrebbero credere che la malattia, in questo caso grave il cancro, sia un passo dovuto nella vita di ogni essere umano. L’immagine di una Barbie senza capelli darebbe un’immagine cupa e senza speranza, un valore che i giocattoli non dovrebbero rappresentare.

Nonostante la bagarre e i continui scambi di opinioni sul web si fa ancora attendere la risposta della casa di produzione Mattel. Voi cosa ne pensate? Acquistereste per le vostre figlie la Bald Barbie?

Photo Credits | Chicagonow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>