Amanda: la bambola morbida di Imaginarium

di Giada Commenta

 Amanda non è una bambola come le altre, la bella biondina morbida e dal visino simpatico, ha attorno a sé moltissimi amici. Amanda è stata creata dal mondo dei giocattoli firmati Imaginarium da subito, una volta entrati nella pagina web a lei dedicata, si viene investiti da tanta simpatia e buonumore.

Con Amanda infatti, Imaginarium propone tutti i personaggi che abitano nel suo stesso mondo, componenti della famiglia e molti amici, ognuno con la propria storia da raccontare. L’albero genealogico di Amanda infatti è ricco di sorprese: la bimba, di soli 8 anni, dai capelli biondi e degli occhietti molto vispi, presenta a tutti i bambini i suoi nonni, Julia e Leo appassionati di natura e sempre intenti a lavorare in giardino. Con i nonni Amanda gioca a piantare fiori profumati e tanti cibi salutari che porta poi a casa per consumare con i genitori, Victoria e Felix, una coppia sempre in movimento amante dei viaggi.

Amanda però non è figlia unica: accanto a lei, c’è il nuovo arrivato, Albert, un bambino piccolo e molto allegro, e anche una cinesina adottata dalla famiglia, la simpatica e dolce Cristina. Tutti e tre amano giocare con gli amici e vicini di casa creando un folto gruppo di esploratori e bimbi curiosi: Oscar e Marttica, e Tom e Caroline, i quattro amici inseparabili di Amanda e compagni di avventure per prati, boschi e marachelle innocenti.

Tra tuttti gli amici di Amanda si nasconde anche un personaggio a quattro zampe: stiamo parlando di Doggy, il cagnolino della famiglia che partecipa contento a tutti i viaggi organizzati dai genitori di Amanda. Doggy però non è l’unico animaletto: nel gruppo di Amanda compare anche Catrina, la gattina di Tom e Caroline, sempre dolce e a caccia di coccole.

Se siete incuriositi dal mondo di Amanda, cliccate sul sito web che inseriamo nel link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>