Disney Villainous: i cattivi diventano gioco da tavolo

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Disney Villainous è quel gioco che tutti abbiamo inconsciamente desiderato e che ora abbiamo: perché se nelle storie lette o viste in televisione è stato facile schierarsi con i buoni, va ammesso che la sola idea di giocare con i cattivi appare decisamente più allettante.

Contenuto gioco Disney Villainous

In fin dei conti, nelle storie Disney, i cattivi sono spesso stati iconici tanto quanto se non più dei buoni.Ed in tal senso, il gioco da tavola creato dalla Ravensburger, dà loro lo spazio e l’attenzione che meritano ed ai giocatori la possibilità di divertirsi in compagnia, creando un canale sicuro di espressione di “malvagità”. Scherzi a parte, finalmente dopo un anno di attesa rispetto alla versione internazionale in inglese, questo gioco di società arriva anche in Italia, tradotto ed in tutto il suo splendore. Si tratta di un gioco che può coinvolgere da un minimo di due fino ad un massimo di sei giocatori e che è stato pensato per coloro che hanno più di 10 anni di età. Nella scatola è possibile trovare:

  • 6 reami di gioco
  • 6 pedine cattivo (Malefica, Jafar, Capitan Uncino, Regina di Cuori, Principe Giovanni)
  • 6 guide del cattivo (una specifica per ogni cattivo)
  • 6 cartoncini di guida rapida alle azioni e resoconto obiettivi
  • 6 mazzi cattivo e 6 mazzi Fato
  • Un calderone del Potere
  • I gettoni del potere
  • I segnalini lucchetto e Fato
  • Il manuale di gioco.

Come si gioca a Disney Villanous

Per prima cosa bisogna scegliere uno dei sei cattivi presenti nella scatola di gioco: si può scegliere tra Jafar da Aladdin, Capitan Uncino da Peter Pan, Ursula da La Sirenetta, Malefica da La bella addormentata nel bosco, la Regina di Cuori da Alice nel paese delle meraviglie ed il Principe Giovanni da Robin Hood. Una scelta variegata e simpatica: fatto ciò va preparato il piano di gioco raccogliendo la pedina ed i mazzi da gioco legati al proprio cattivo. Ognuno di essi avrà obiettivi diversi da raggiungere ed il primo in grado di riuscirci vince la partita.  Nel manuale di gioco sono presenti tutte le regole e le modalità di gioco: quel che è palese è che le meccaniche offerte sono diverse e di conseguenza anche l’impegno del singolo giocatore attraverso le azioni richieste.

Le carte sono importantissime: divise in Oggetto, Effetto, Alleato e Condizione, esse consentono di influenzare l’andamento di gioco proprio e degli avversari. Niente è lasciato al caso e tutto è curato nei minimi dettagli, tranne forse il calderone dei gettoni del potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>